Mirrorless: una valida alternativa alla reflex?

Ultimamente avrai notato che si sente parlare in modo sempre più insistente delle mirrorless.

Sicuramente sono uno novità interessante che non può più essere definita una moda. Soprattutto alla luce del fatto che dagli ultimi 10 anni le fotocamere mirrorless stanno conquistando la loro fascia di mercato.

Pensa che in Giappone, lo scorso anno, la vendita delle mirrorless ha superato quella delle reflex.

Quindi è arrivato il momento di domandarti cosa sono le fotocamere mirrorless per capire un po’ di più di quella che sta diventando una valida alternativa alla fotocamera reflex.

Macchine Fotografiche Mirrorless

Mirrorless: cosa sono

mirrorless, fotocamera mirrorless, fotocamere mirrorless

Le fotocamere mirrorless, letteralmente “senza specchio“, sono costruite in modo diverso rispetto alle reflex. Come abbiamo visto nell’articolo “Reflex: cos’è e come scegliere quella giusta“, le fotocamere reflex hanno un gruppo specchio (composto da specchio a 45° e da pentaprisma) che riflette l’immagine che entra dall’obiettivo e la rimanda al mirino.

Per le mirrorless, invece, il funzionamento cambia perché non hanno:

  • specchio
  • mirino

Perciò l’immagine attraversa l’obiettivo e raggiunge direttamente il sensore. Poiché, come ti ho anticipato prima, queste fotocamere non hanno il mirino ottico, l’immagine si vede attraverso un mirino elettronico o il monitor LCD posteriore.

Le mirrorless sono più compatte e più leggere di una reflex, proprio per il fatto che mancano dello specchio.

Possiamo dire che si collocano a metà strada tra le compatte e le reflex.

Differenza compatte e mirrorless

A differenza delle fotocamere compatte, le mirrorless hanno la possibilità di cambiare obiettivi.

Ma non è solo in questo che si differenziano:

  • la qualità dell’immagine di una mirrorless è migliore di quella di una compatta
  • la messa a fuoco è più precisa e rapida
  • l’esposizione si può impostare come su una reflex.

Certo, le mirrorless sono molto maneggevoli, ma sicuramente una compatta lo è di più (poiché manca l’ingombro degli obiettivi intercambiabili).

Differenza reflex e mirrorless

Analizziamo alcune differenze tra mirrorless e reflex ti ti fanno capire facilmente i pro e i contro dell’una e dell’altra fotocamera:

  1. portabilità
  2. mirino
  3. sensore

1.Portabilità

La differenza più evidente, che puoi notare ad occhio nudo è la portabilità: con portabilità intendo l’ingombro della fotocamera, la facilità di trasporto, il peso.

Le mirrorless sono sicuramente più portabili delle reflex. Almeno se parliamo di quelle con sistema Quattro Terzi, opp APS. Quando invece parliamo di mirrorless full frame, la differenza di dimensione rispetto a una reflex si riduce.

2. Mirino EVF

Un’altra differenza costruttiva importante è che le reflex hanno il mirino ottico, che fornisce al fotografo un maggiore controllo, e più precisione nell’utilizzo dello zoom.

Le mirrorless, invece, non hanno il mirino ottico , ma un mirino elettronico EVF (Electronic Viewfinder). Però fai attenzione: non tutte hanno un mirino elettronico. Spesso hanno solo lo schermo LCD posteriore e il mirino elettronico è un optional, che si può comunque aggiungere ad un  costo extra.

Ad esempio per l’Olympus Pen E-PL7 o E-PL8 è opzionale

mirrorless, Olympus Pen

Olympus Pen

 

Per alcuni modelli, invece, il mirino elettronico è di serie, come per la Fujifilm X-T1 o la Panasonic Lumix GX80.

mirrorless, Fujifilm X-T1

Fujifilm X-T1

 

Magari, se tu sei abituato con il monitor LCD di una compatta, e ti trovi bene anche senza un mirino, non avrai la necessità di aggiungerlo. E’ una scelta soggettiva. Personalmente non potrei farne a meno.

Una volta, per definire le mirrorless, veniva utilizzato l’acronimo EVIL, ovvero Electronic Viewfinder Interchangeable Lens, ovvero fotocamera a mirino elettronico e obiettivi intercambiabili. Poi il termine è andato in disuso; sarà perché “evil” in inglese significa cattivo e dà un’accezione negativa a questa fotocamera? Chissà!!

Certo è che mirrorless è anche una compatta, se proprio vogliamo fare i pignoli. Ed EVIL fa chiaramente riferimento alla presenza mirino elettronico.

Adesso è entrato in uso un nuovo sinonimo di mirrorless, forse il più corretto: MILC, Mirrorless Interchangeable Lens Camera, ovvero macchina fotografica senza specchio a obiettivi intercambiabili.

3. Sensore

Come ormai sai, più il sensore è piccolo, meno qualità ha l’immagine. Ti ricordi cosa abbiamo detto a proposito dei sensori nel nostro articolo sulle reflex?

Difficile paragonare una reflex con sensore full frame con una mirrorless con sensore 4:3 o più piccolo. Credo che, parlando di sensori, la “peggiore”, a causa di un sensore di un pollice, sia la Nikon 1.

Esistono però delle MILC dotate di sensore APS; e ultimamente sono usciti modelli con sensore full frame.

Il Sistema Mirrorless

sensore mirrorless

Prima, parlando delle differenze tra mirrorless e reflex ho accennato alla differenza tra sensori.

E’ arrivato il momento di approfondire questo tema. Perché le mirrorless non sono tutte uguali, e si differenziano a seconda del sistema che utilizzano, ovvero del tipo di sensore e del tiraggio (ovvero della distanza tra il piano focale e il punto di attacco della lente alla baionetta).

Perciò possiamo avere mirrorless con:

  1. Sistema Micro Quattro Terzi
  2. Sistema APS
  3. Sistema Full Frame

1. Sistema Quattro Terzi

E’ il Sistema usato da Olympus e Panasonic, che consorziandosi hanno deciso di adottarlo insieme.

Quattro-Terzi, o 4:3 o 4/3, si riferisce al rapporto tra i lati del sensore (17,3mm x 13mm)

Facciamo un esempio per capire meglio: le reflex APS o full frame hanno un rapporto 2:3 tra i lati del sensore che usano.

4:3 sta a indicare un sensore “più quadrato”.

Sicuramente il sistema Micro Quattro terzi occupa meno spazio, e perciò permette di avere fotocamere più piccole delle reflex.

2. Sistema APS

Il sistema APS è quello classico che già conosciamo proprio perchè viene utilizzato dalla maggior parte di reflex entry level e da alcune semi-pro.

Sulle mirrorless, perciò, abbiamo un sensore APS e l’assenza del gruppo specchio; la combinazione di questi due fattori le rende ancora più piccole nelle dimensioni e leggere rispetto alle reflex.

Fujifilm utilizza il sensore APS.

3. Sistema Full Frame

Il sistema Full Frame usa sensori a pieno formato (come le pellicole 35mm), che hanno rapporto 3:2.

Attualmente la Sony ha sviluppato mirrorless full frame.

Ovvio che una fotocamera mirrorless con un sensore full frame non potrà essere piccola come una che usa un APS o un Micro Quattro Terzi, e quindi assomiglierà di più a una reflex per dimensioni.

Dai un’occhiata alle mirrorless  Sony full frame. Sembrano delle reflex.

Come funziona il mirino elettronico

E’ importante che tu capisca che il mirino di una mirrorless funziona in modo diverso rispetto a quello di una reflex.

Come ti ho accennato prima, la mirrorless non ha il mirino ottico. Perciò la luce che entra dall’obiettivo non rimbalza sullo specchio (non c’è, ricordi??), ma colpisce direttamente il sensore.

E’ per questo motivo che non è possibile avere l’immagine riflessa nel mirino ottico.

I mirini elettronici, come abbiamo detto di serie su alcuni modelli e opzionali su altre, sono dei piccoli display che ci fanno vedere esattamente cosa vogliamo fotografare, e cosa verrà registrato dal sensore.

Inoltre, esattamente come sullo schermo LCD posteriore, tutto intorno alla cornice, possiamo vedere le varie impostazioni della fotocamera. Proprio come su una compatta, oppure come su una reflex in live view.

Però il mirino elettronico, non si può utilizzare quando la fotocamera mirrorless è spenta o in stand by, e poi consuma batteria.

Un vantaggio innegabile è che, data la luminosità dello schermo del mirino, la visibilità è ottima anche al buio.

Conclusioni

Finora abbiamo visto come funziona una fotocamera senza specchio a obiettivi intercambiabili.

Abbiamo iniziato dicendo che come tipo di fotocamera si pone a metà strada tra una compatta evoluta e una reflex.

Abbiamo individuato le differenze fondamentali tra le compatte e le reflex.

Vantaggi

Ma, riassumendo, quali sono i vantaggi insindacabili che può offrire una mirrorless?

  1. la portabilità
  2. la compattezza
  3. la maneggevolezza
  4. la silenziosità, dovuta all’assenza del movimento dello specchio

Se viaggi molto, e non vuoi appesantirti col peso e l’ingombro di una reflex, ma allo stesso tempo vuoi avere immagini di qualità superiore a quelle che ti darebbe una fotocamera compatta, la fotocamera Milc è la scelta migliore.

Te la consiglio anche per la street photography, perché risulta essere un po’ più discreta di una reflex.

Svantaggi

Certo, a fronte di questi vantaggi non posso non evidenziare anche alcuni svantaggi:

  1. gli obiettivi disponibili sono ancora limitati, sebbene alcune case che si sono consorziate, come Panasonic e Olympus e, avendo la possibilità di scambiare gli obiettivi, hanno ampliato l’offerta.
  2. il mirino elettronico non sempre è di serie. Inoltre consuma batteria e soffre di un ritardo nella riproduzione delle immagini. Però la qualità dei mirini EFV sta progressivamente migliorando nel tempo.
  3. l’autofocus a contrasto non compete (ancora) con quello delle reflex.
  4. il prezzo. Le mirrorless meno care partono comunque dai 400 euro. E i prezzi possono raggiungere quelli delle reflex più performanti

E’ indubbio che le fotocamere mirrorless stiano guadagnando sempre più consensi. Ciò porta le maggiori case costruttrici a investire sempre di più nella ricerca e a sfornare sempre più modelli. 

Il mercato offre modelli entry level, modelli di fascia media e semi-professionali; la differenza è data principalmente dalle funzioni “in più” che un modello offre rispetto a un altro. Questo per andare incontro alle esigenze che i diversi tipi di utenti possono avere.

Per farti un’idea, guarda la Fujifilm X-T2, oppure la Panasonic Lumix DMC-GX8 o la Sony Alpha 7M 2K.

Personalmente penso che la fotocamera mirrorless possa essere una valida scelta. Sicuramente la migliore alternativa ad una compatta per qualità delle immagini, e un ottimo compromesso per quanto riguarda la portabilità rispetto a una reflex.

Quindi, se sei un principiante che non si vuole accontentare, o un appassionato curioso, o un fotografo avanzato,  la mirrorless è un’ottima soluzione.

Io mi orienterei su una mirrorless con sistema Micro Quattro Terzi, per poter avere il vantaggio delle dimensioni ridotte, di un sensore comunque performante e di una ampia gamma di obiettivi che possano coprire la maggior parte delle esigenze.

L’offerta è talmente vasta che troverai sicuramente quella che farà al caso tuo.

Se ti interessa leggere qualcosa in più sulle fotocamere mirrorless, ti consiglio questa guida: “David Busch’s Mastering Interchangeable Lens Photography”. Busch è un fotografo è lo scrittore n° 1 nel mondo per qualto riguarda le guide fotografiche. Sarà sicuramente un approfondimento interessante.

Last update was on: 22 maggio 2017 23:59

Lascia un tuo commento

      Leave a reply