Cassa
(0 articoli)
  • Nessun prodotto nel carrello.

I vantaggi di una Full-Frame rispetto ad una APS-C

Pubblicato il 2 aprile 2014 in Tutorials | 1 commento

Ci sono due diverse dimensioni di reflex: Crop-frame (Aps-C) e Full-frame. Mentre la dimensione del sensore nelle versioni crop-frame variano da marca a marca, sono in genere 1,5 volte più piccole delle loro controparti full-frame. Il sensore in una fotocamera full-frame è la stessa dimensione di una foto prodotta su una 35mm. Ma qual’è il vantaggio di avere un sensore più grande?

OPZIONI LENTI/FATTORE CROP

Quando le reflex digitali sono state prodotte prima, le fotocamenre erano tutte crop-frame. I nuovi obiettivi che sono stati creati per queste fotocamere sono stati fatti in modo che il cerchio dell’immagine prodotta copriva appena il sensore. Anche se questo ha un senso, quando sono state introdotte le fotocamere full-frame, le lenti crop-frame non potevano essere utilizzati su di essi perché non coprivano l’intera superficie del sensore. Se avete mai provato la ripresa di un obiettivo crop-frame su una fotocamera full-frame, avrete notato che gli angoli sono neri o, per lo meno, si produce una vignetta molto pesante.

Quindi il motivo per cui i sensori sono diventati improvvisamente grandi, è che le nuove lenti dovevano essere fatte per coprire l’intero sensore. Tuttavia i sensori Crop offrono due vantaggi innegabili per i fotoamatori: costano meno e offrono la moltiplicazione di focale (crop factor in inglese). In casa Canon (sensori formato APS-C) il fattore moltiplicativo è 1.6, mentre per Nikon (formato DX) è 1.5.

Le vecchie lenti possono essere utilizzate a pieno, in quanto è possibile utilizzare un vecchio obiettivo su una fotocamera digitale crop-frame, sebbene il sensore più piccolo rende il campo-visivo differente. Al contrario un obiettivo grandangolare montato su un corpo APS-C/DX non è poi così “grandangolare”: un normale 24 mm viene convertito in un 38 mm, che a rigore di logica non si può neanche definire grandangolo.

Sembra più teleobiettivo di quello che effettivamente è. Ma poiché il sensore in una fotocamera full-frame è la stessa dimensione di pellicola da 35mm, un obiettivo di 50mm avrà lo stesso campo-visivo su entrambe le fotocamere. Considerando che, su una fotocamera Crop-frame, un 50mm avrebbe un campo-visivo simile a quella di un 75mm su una fotocamera full-frame.

Le fotocamere full-frame danno anche più opzioni per le riprese grandangolari. Sono poche, forse, le lenti per una fotocamera crop-frame che possono dare una più ampia prospettiva senza entrare in una sorta di distorsione fisheye. Quindi, se nel vostro scatto landscape o di interni ha necessità di un ampio campo-visivo, la full-frame è la strada da percorrere.

MENO RUMORE

Se avete una macchina fotografica crop-frame da 16 megapixel e una full-frame da 16 megapixel, ogni pixel sarà molto più grande in full-frame. Questi pixel più grandi offrono due grandi vantaggi:

  1. Uno è che sarà prodotto meno rumore utilizzando le impostazioni ISO elevate. I pixel più grandi sono in grado di assorbire più luce e produrre un’immagine molto più pulito cercando. Quindi, una fotocamera full-frame a 3200 ISO mostrerà molto meno rumore di una macchina fotografica crop-frame con la stessa impostazione. In parole povere, un sensore full frame permette di salire con la sensibiità ISO di un paio di stop rispetto ad un equivalente sensore Crop.
  2. Il secondo vantaggio dei pixel più grandi è la gamma più dinamica. Ciò consente di scattare una scena fotografica più contrastata, senza preoccuparsi tanto delle aree luminose. Inoltre migliora la gamma tonale delle immagini.

PROFONDITÀ DI CAMPO PIÙ AMPIA

Questa può sembrare una piccola cosa, ma molti proprietari di una full-frame si vantano molto del fatto che sia molto più grande e più luminoso il campo visivo di una fotocamera full-frame. Questo rende effettivamente più facile visualizzare la vostra scena e mettere a fuoco il vostro soggetto.

Qual è il futuro per APS-C e Full Frame?

Full Frame o APS-C, questo è il problema! Il dilemma tormenta non pochi fotografi e quando arriva il fatidico momento di cambiare macchina fotografica o ampliare il corredo, tutti vogliamo evitare scelte sbagliate ma si tratta di un dubbio ancora legittimo in epoca di sensori ad altissima tecnologia?

Per iniziare diciamo che oggi la disputa fra sostenitori del Full Frame e quelli dell’APS-C ha meno senso di un tempo. Dal nostro punto di vista non si dovrebbe trattare l’argomento partendo dalle prestazioni assicurate da questo o quel sensore, bensì dal peso e dall’ingombro dell’attrezzatura di cui vogliamo dotarci oltre che, inevitabilmente, anche dal budget a disposizione.

La scelta di un formato fotografico, così come quella di un qualsiasi altro strumento è strettamente legata all’utilizzo che se ne vuole fare e alle necessità personali. Non si tratta di scelte assolute ma relative. Se ci si chiede: “ne resterà soltanto uno” come Highlander? La nostra risposta è: probabilmente accadrà l’esatto contrario! Abbiamo ragione di pensare che FF e APS-C coesisteranno e anzi la varietà di sensori di immagine potrebbe persino aumentare, e questo senza tenere conto di quelli microscopici montati sugli smartphone.

Le fotocamere Full Frame continueranno ad esistere, per tutti quegli utenti che desiderano apparecchi dotati della più ampia versatilità grandangolare senza ricorrere a focali ottiche esasperate. Allo stesso tempo le fotocamere APS-C continueranno nella loro dirompente evoluzione. E anche in questo caso, se ci piace lavorare con diaframmi molto aperti, in fondo, non abbiamo grandi problemi: possiamo scegliere una delle ottiche iperluminose. Insomma, crediamo che l’eterna lotta sul formato migliore in assoluto sia inutile: a ognuno il suo. Ogni formato ha vantaggi e limiti. Non chiediamo ad una APS-C un piano wide con sfocati e, al contrario, non pretendiamo da un Full Frame estremizzati rapporti di ingrandimento ottici su riprese macro.

Nel passato, la differenza qualitativa dei sensori di diverso formato poteva indurre un fotografo a scegliere quelli più grandi in virtù del migliore rapporto segnale/rumore ma oggi i confini si sono spostati talmente che anche questa motivazione è divenuta debole. Basti pensare all’ammiraglia FX Nikon D5 con sensibilità di 3 milioni di ISO, ma anche la D500 DX con i 1.640.000 ISO equivalenti in Hi5. È eccezionale, ma oggi per realizzare riprese in luce naturale d’effetto, un fotografo in media si spinge fino 5.000 o 6.400 ISO. Un valore di sensibilità che attualmente è permesso anche da un sensore (13,2×8,8 mm) di una piccola mirrorless, magari con un pochino in più di rumore, che poi può risultare praticamente invisible nelle normali dimensioni di fruizione immagine. In conclusione, vincerà il formato che si affermera maggiormente tra i fotografi, non tanto per la qualità in senso assoluto, ma per le caratteristiche che offre.

Tag:
  PRODOTTI CORRELATI:
  LETTURE CONSIGLIATE:
Il libro della fotografia digitale. Tutti i segreti spiegati passo passo per ottenere foto da professionisti: Volume 1Il libro della fotografia digitale. Tutti i segreti spiegati passo passo per ottenere foto da professionisti: Volume 2Il libro della fotografia digitale. Tutti i segreti spiegati passo passo per ottenere foto da professionisti: Volume 3Il libro della fotografia digitale. Tutti i segreti spiegati passo passo per ottenere foto da professionisti: Volume 4Il libro della fotografia digitale. Tutti i segreti spiegati passo passo per ottenere foto da professionisti: Volume 5
Fotografie di viaggio. Da semplici istantanee a grandi scattiFotografare i paesaggi. Da semplici istantanee a grandi scattiFotografare il cibo. Da semplici istantanee a grandi scattiFotografare i matrimoni. Da semplici istantanee a grandi scattiFotografia notturna. Da semplici istantanee a grandi scatti
Composizione fotografica. Da semplici istantanee a grandi scattiLa luce nella fotografia digitale. Da semplici istantanee a grandi scattiConoscere le tecniche dell'HDR. Nuovi linguaggi della fotografia attraverso la post produzioneLightroom 5 per la fotografia digitalePhotoshop per Lightroom
Cosa ne pensi?

Scrivi una Risposta o un Commento:

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi le notifiche di nuovi post.