Cassa
(0 articoli)
  • Nessun prodotto nel carrello.

I migliori obiettivi grandangolari fissi a confronto

Pubblicato il 22 febbraio 2016 in Recensioni, Confronto prodotti | 0 commenti

Alcune ottiche di questo confronto possono davvero aiutarci a catturare più elementi della scena grazie ad angoli di campo molto ampi. Altre non vanno oltre la focale grandangolare dei classici zoom “kit”, ma ci offrono una qualità d’immagine superiore e meno distorsioni. In generale, si tratta di obiettivi molto luminosi – la scelta migliore se ci capita spesso di fotografare con poca luce.

Tutti i modelli del gruppo sono fissi, rettilineari (non ci sono lenti fish-eye) e compatibili con le fotocamere full-frame – ad eccezione delle ottiche in formato APS-C di Fujifilm: queste ultime vantano lunghezze focali molto ristrette (14 e 16mm) per poter offrire un generoso angolo di visione anche quando si terrà conto del fattore di crop dei sensori delle fotocamere della serie X (pari a 1,5x) per calcolarne la focale “equivalente”.

Canon EF 20mm f/2.8 USM

Canon EF 20mm f/2.8 USM

Controlla ultimo prezzo su Amazon

Un vero veterano, con i suoi 24 anni sulle spalle, o meglio… sul barilotto! Nonostante l’eta, l’obiettivo di Canon è comunque più leggero e compatto delle ottiche di Samyang e Sigma. Offre un angolo di campo pari a 94° sulle fotocamere full-frame (misurato sulla diagonale del sensore), ma l’apertura massima è relativamente limitata (f/2.8). È del 1992, ma vanta alcune caratteristiche avanzate, come il motore AF ultrasonico “ad anello” e il rivestimento Super Spectra contro fenomeni quali l’effetto fantasma e il flare. Una volta impugnato, questo 20mm può apparire di livello consumer piuttosto che “pro”, ma non mancano finezze come la scala delle distanze per il calcolo dell’iperfocale. L’obiettivo è costituito da 11 elementi ottici in 9 gruppi; il diaframma a sole cinque lamelle crea un’apertura dai contorni un po’ troppo poligonali.

PRESTAZIONI

L’autofocus è veloce e silenzioso, e c’è sempre la possibilità di passare “al volo” alla messa a fuoco manuale senza dover usare lo switch AF/MF. La qualità d’immagine generalmente è buona, però manca un po’ di nitidezza verso i bordi dell’inquadratura e la vignettatura è ben visibile a diaframmi più ampi di f/5.6.

separatore

Canon EF 24mm f/2.8 IS USM

Canon EF 20mm f/2.8 USM

Controlla ultimo prezzo su Amazon

Più attuale del 20mm è stato presentato nel 2012. Come i grandangoli Canon 28mm e 35 mm IS, offre la stabilizzazione ottica dell’immagine ed è l’unico tra gli obiettivi elencati a poterla vantare. Il diaframma a 7 lamelle produce un’apertura più rotonda rispetto al vecchio modello, ma come con quest’ultimo – non potremo spingerci oltre gli f/2.8. L’angolo di campo è più ristretto: si ferma a 84°. Il prezzo di listino di 653 € non comprende il paraluce, soltanto opzionale, che va comprato a parte al costo di 56 €.

PRESTAZIONI

Il sistema di stabilizzazione dell’immagine mostra un guadagno nei tempi di posa che sfiora i 4 stop. La nitidezza in tutto il fotogramma è migliore rispetto a quella del 20mm e la vignettatura qui non rappresenta un vero problema. La distorsione è più pronunciata, tuttavia mostra una forma più regolare e dunque è più semplice da correggere in post-produzione. In definitiva, questo 24mm è un buon acquisto, ma forse immotivato se già abbiamo in borsa uno zoom come il 24-70mm f/2.8.

separatore

Fujifilm XF 14mm f/2.8 R

Fujifilm XF 14mm f/2.8 R

Controlla ultimo prezzo su Amazon

Quest’ottica Fujifilm regala un senso di alta qualità, grazie la barilotto e all’anello della messa a fuoco in metallo. Applicando il fattore di crop 1,5x delle fotocamere X-series otteniamo una focale effettiva di 21mm . L’angolo di campo è pari a 89°. Il design rétro include una ghiera dei diaframmi e una scala della profondità di campo, con indicazioni per ogni apertura tra f/2.8 e f/22. La ghiera dei diaframmi rende semplice e intuitivo il controllo della fotocamera in modalità a priorità di apertura e manuale, con incrementi di 1/3 di EV. In posizione “A” si attivano le funzioni automatiche per le modalità Program e priorità di tempi. La ghiera della messa a fuoco ha un movimento fluido e presenta un meccanismo “tira-spingi” per passare da autofocus a messa a fuoco manuale, come avviene in molte ottiche Tokina. In posizione manuale appare anche il comodo indicatore delle distanze.

PRESTAZIONI

L’AF è veloce e silenzioso, e la definizione al centro è superba. C’è pochissima distorsione e le sfrangiature sono al minimo. La qualità d’immagine in generale è eccellente. In definitiva, un’ottima scelta per le mirrorless della serie X!

separatore

Fujifilm XF 16mm f/1.4 R WR

Fujifilm XF 16mm f/1.4 R WR

Controlla ultimo prezzo su Amazon

Le sensazioni restituite da questo 16mm e il suo design sono molto simili a quelle del 14mm. Ritroviamo infatti le parti in metallo, la ghiera dei diaframmi “smart” e l’anello della messa a fuoco “tira-spingi”. Qui abbiamo una focale effettiva un po’ più lunga, 24mm, e di conseguenza un angolo di campo più ristretto: 83° invece di 89° rispetto al 14mm, il 16mm include uno schema ottico più complesso (13 elementi in 11 gruppi contro 10 elementi in 7 gruppi). La distanza minima di messa a fuoco passa da 18 a 15cm, consentendo un rapporto massimo d’ingrandimento pari a 0,21x invece di 0,12x. Lo speciale rivestimento Nano riduce ulteriormente il rischio di effetto fantasma e flare. Il diaframma è costituito da 9 lamelle (il 14mm ne ha solo 7) e, al contrario dell’altro modello, il barilotto è weather resistent (WR), ovvero resistente a polvere e schizzi.

PRESTAZIONI

L’eccellente qualità costruttiva e d’immagine è accompagnata da superbe prestazioni. La nitidezza è favolosa in tutta l’inquadratura e per ogni apertura ad eccezione di f/1.4, valore in corrispondenza del quale cala negli angoli. Le sfrangiature sono praticamente assenti e c’è solo un pizzico di distorsione a barilotto.

separatore

Nikon AF-S 20mm f/1.8G ED

Nikon AF-S 20mm f/1.8G ED

Controlla ultimo prezzo su Amazon

Finalmente il vecchio 20mm f/2.8 in versione “D” è stato rimpiazzato dalla più moderna edizione “G”. La ghiera delle aperture non c’è più, visto che è orrnai superflua, e l’aggiunta di un motore ultrasonico ad anello ha reso l’autofocus disponibile per qualsiasi reflex Nikon, anche quelle sprovviste di motore AF interno. La nuova ottica, inoltre, è più luminosa (si spinge a f/18), vanta il rivestimento Nano Crystal per un maggiore controllo su ghosting e riflessi, include due elementi ED (Extra-low Dispersion) e offre una distanza minima di messa a fuoco di 20cm invece che di 25cm. Non è resistente a polvere e schizzi, ma l’attacco è dotato di un anello protettivo in gomma. A differenza dei due obiettivi Canon, questo 20mm è venduto completo di paraluce e custodia per il trasporto.

PRESTAZIONI

È utile poter contare su un’apertura relativamente ampia come f/1.8, ma la nitidezza ai bordi è piuttosto scarsa se non chiudiamo ad almeno f/4. In generale la definizione delle immaginie significativamente migliore di quella del 20mm di Canon e la vignettatura è meno evidente, così come le sfrangiature. C’è tuttavia un po’ più di distorsione.

separatore

Samyang 14mm f/2.8 IF ED UMC

Samyang 14mm f/2.8 IF ED UMC

Controlla ultimo prezzo su Amazon

Questo 14mm di Samyang è disponibile praticamente per tutti gli attacchi. Tuttavia, essendo un modello full-frame, fornisce il massimo angolo di campo (pari a 116°) quando lo montiamo su un corpo a pieno formato. Sulle fotocamere APS-C con fattore di crop 1,5x otterremo un comunque valido valore di 94°, mentre sulle macchine Quattro Terzi e Micro Quattro Terzi dovremo accontentarci di 76°. Tutte le versioni hanno la messa a fuoco manuale, senza alcun automatismo. Il modello per attacco Nikon è disponibile però anche con un processore interno che consente il controllo e la lettura da parte della fotocamera dei parametri di apertura (si distingue per la sigla AE sul barilotto) e fornisce la conferma della corretta messa a fuoco. Si rincorrono le voci di una versione con chip di questo obiettivo anche per attacco Canon, ma non si hanno conferme ufficiali.

PRESTAZIONI

La ghiera della messa a fuoco è fluida e precisa. La qualità dell’immagine è generalmente piacevole, con una buona nitidezza lungo tutta la gamma di apertura. Tuttavia, la vignettatura e la distorsione a barilotto sono molto evidenti e il paraluce integrato rende complicato l’uso dei filtri.

separatore

Samyang 24mm f/1.4 ED AS UMC

Samyang 24mm f/1.4 ED AS UMC

Controlla ultimo prezzo su Amazon

Come il Samyang 14mm, anche questo 24mm con messa a fuoco manuale è in vendita in tante differenti versioni per altrettante tipologie di attacco. E anche in questo caso, solo il modello per Nikon F è dotato di chip interno. Sulle reflex Canon, non potremo controllare l’apertura dal corpo macchina e per avere un’immagine luminosa nel mirino al momento della composizione dovremo ogni volta aprire il diaframma manualmente. Inoltre non potremo contare sull’avviso di corretta messa a fuoco. Come il 14mm, il 24mm è compatibile full-frame, quindi gli angoli di campo sulle macchine con sensori più piccoli mostreranno valori più stretti di quello massimo (84°). Rispetto all’altro modello, i filtri sono molto più semplici da usare, grazie alla filettatura (da 77mm) e al paraluce a baionetta.

PRESTAZIONI

La definizione alla massima apertura di f/1.4 è molto morbida, ma la nitidezza al centro dell’inquadratura è buona in tutto il rimanente range di diaframmi. Inoltre, come conseguenza della lunghezza focale maggiore, la vignettatura e la distorsione a cuscinetto sono meno evidenti qui che nelle fotoscattate con il 14mm.

separatore

Sigma 24mm f/1.4 DG HSM I A

Sigma 24mm f/1.4 DG HSM I A

Controlla ultimo prezzo su Amazon

La serie Art Sigma ha conquistato rapidamente una meritata fama per la qualità “top” delle sue ottiche. Questo 24mm, montato sulle fotocamere full-frame, fornisce un angolo di campo di 84°. È due stop più luminoso del 24mm di Canon, ma è significativamente più largo e pesante (665 g) più del doppio rispetto a quest’ultimo. La qualità costruttiva è eccellente e include materiali di alta qualità – peccato solo che l’ottica non sia tropicalizzata. Il motore AF è del tipo ultrasonico ad anello; il diaframma ha nove lamelle; tre elementi FLD (FLow Dispersion) e quattro SLD (Special Low Dispersion) provvedono a ridurre ghosting e riflessi. Non è certo un modello economico, ma è conveniente se confrontato con il rivale diretto di Canon, l’EF 24mm f/1.4L II USM, che costa 1.897€!

PRESTAZIONI

L’AF è veloce e silenziosissimo. La qualità d’immagine è superba, con un’eccezionale nitidezza da angolo ad angolo. Aberrazioni cromatiche e distorsioni sono sotto controllo, così come la vignettatura, appena percepibile alle aperture più chiuse di f/2.8. Un vero capolavoro di ingegneria, insomma. È in arrivo la versione per attacco Sony A.

separatore

CONCLUSIONI

Sigma sale sul primo gradino del podio. Gli obiettivi Sigma della serie Art stanno conquistando i favori di appassionati e professionisti, e questo 24mm è l’ennesima conferma della qualità di questa gamma. Costruito magnificamente, è maneggevole e versatile; l’autofocus è veloce e accuratissimo; la nitidezzada angolo ad angolo e l’illuminazione periferica sono eccellenti; distorsione e aberrazioni cromatiche sono al minimo. In definitiva, la qualità dell’immagine è semplicemente spettacolare e l’ottica di Sigma è l’acquisto migliore per i corpi Canon e Nikon.

Siamo rimasti piacevolmente sorpresi anche dalla resa dei grandangoli 14mm e 16mm di Fujifilm. Entrambi sono comodi da usare e regalano un’eccellente qualità d’immagine,  soprattutto il 16mm che rispetto al 14mm fornisce una più elevata nitidezza, un controllo migliore sulle aberrazioni cromatiche, e in più è resistente a polvere e schizzi.

Ottimo è anche il Nikon 20mm. Per nitidezza e illuminazione periferica è migliore del 20mm di Canon, giustificando il prezzo più alto. Il Canon 24mm è l’unico di quelli a confronto a vantare lo stabilizzatore, tuttavia, a parte le dimensioni compatte, gli preferiamo uno zoom di qualità come il Tamron 24-70mm f/2.8 VC USD, anch’esso con stabilizzazione. Le ottiche Samyang 14mm e 24mm danno il massimo se montati sulle full-frame Nikon.

  PRODOTTI CORRELATI:
  LETTURE CONSIGLIATE:
Il libro della fotografia digitale. Tutti i segreti spiegati passo passo per ottenere foto da professionisti: Volume 1Il libro della fotografia digitale. Tutti i segreti spiegati passo passo per ottenere foto da professionisti: Volume 2Il libro della fotografia digitale. Tutti i segreti spiegati passo passo per ottenere foto da professionisti: Volume 3Il libro della fotografia digitale. Tutti i segreti spiegati passo passo per ottenere foto da professionisti: Volume 4Il libro della fotografia digitale. Tutti i segreti spiegati passo passo per ottenere foto da professionisti: Volume 5
Fotografie di viaggio. Da semplici istantanee a grandi scattiFotografare i paesaggi. Da semplici istantanee a grandi scattiFotografare il cibo. Da semplici istantanee a grandi scattiFotografare i matrimoni. Da semplici istantanee a grandi scattiFotografia notturna. Da semplici istantanee a grandi scatti
Composizione fotografica. Da semplici istantanee a grandi scattiLa luce nella fotografia digitale. Da semplici istantanee a grandi scattiConoscere le tecniche dell'HDR. Nuovi linguaggi della fotografia attraverso la post produzioneLightroom 5 per la fotografia digitalePhotoshop per Lightroom
Cosa ne pensi?