Canon Eos M100, la mirrorless super-tecnologica

Con la Canon EOS M100, la casa giapponese sembra aver voluto iniziare a fare sul serio nella sua rincorsa al crescente mercato delle mirrorless entry level.

Lo si nota dalle energie che ha investito in questa macchina fotografica, nel tentativo di dotarla di caratteristiche estetiche e tecniche all’altezza della concorrenza.

Ed in effetti, per darti un’ idea al volo, la Canon EOS M100 presenta, tra le altre cose:

  • Sensore APS-C CMOS da 24MP
  • Processore DIGIC 7 top di gamma
  • Sensibilità ISO fra 100 e 25.600
  • Autofocus con sistema Dual Pixel a 49 punti AF
  • Schermo LCD basculante da 7.5 cm
  • Video 1080/60p
  • Connessione wi-fi e bluetooth a bassa energia

Un pacchetto “core” notevole per una fotocamera di questa fascia di prezzo, e che lascia ben sperare per tutte le sue prestazioni generali.

Tuttavia, per poter dare un giudizio orientato, è indispensabile addentrarci un pò di più nei dettagli di questa recensione della Canon EOS M100, cominciando da un aspetto molto importante, e, nel suo caso, molto caratteristico: come si presenta!

Canon EOS M100 Corpo macchina e Design

Si tratta davvero di una della macchine fotografiche più piccole e leggere che mi sia capitato di maneggiare. Misura infatti 108 x 67 x 35 mm, e pesa, con le batterie incluse, appena 302 grammi!

Canon EOS M100

Verifica Prezzo su Amazon

In questa ripresa dall’alto della Canon EOS M100 si nota innanzitutto l’estrema sottigliezza del corpo macchina.

Sulla plancia di comando, da sinistra a destra, individuiamo:

  • Lo scomparto per il flash
  • Il pulsante di accensione (con controllo modalità automatica / effetti e settings / video)
  • La ghiera frontale di controllo con al centro il pulsante di scatto
  • Il pulsante REC

Cioè, quasi nulla in termini di controlli diretti!

Come vedremo infatti, il cuore del sistema di controllo dello scatto di questa fotocamera è nello schermo LCD.

Anche sul retro, pochissimo è lo spazio lasciato ai comandi diretti.

“Giganteggia” invece lo schermo LCD basculante, dal quale passerai per la maggior parte delle impostazioni di scatto.

E si fa notare la mancanza del mirino elettronico, o EVF.

Tra l’altro non è possibile, come invece capita in altri modelli, aggiungerne uno protesico.

Il risultato di tanta parsimonia nei pulsanti è una macchina dall’estetica molto pulita ed essenziale, con un elemento di interesse che è la “zigrinatura”, visibile:

  • Su gran parte della superficie anteriore
  • Sullo spazio per il pollice della superficie posteriore

Oltre alla versione nera che hai visto finora poi, la Canon ESO M100 esiste anche, come la reflex Canon Eos 200d, uscita poco prima di lei , nelle versioni bianca e grigia. Quest’ultima è decisamente la mia preferita.

Eos M100 Grigia

M100 Grigia

Verifica Prezzo su Amazon

Canon EOS M100 bianca

 

M100 Bianca

Verifica Prezzo su Amazon

Ergonomia della Canon EOS M100

E’ così piccola che all’inizio, se hai sempre scattato con una reflex, devi davvero abituarti all’idea, come infatti è capitato a me.

Da un punto di vista della sensazione in mano poi, se altre mirrorless mi avevano abituato a una impugnatura minimale (recentemente l’ottima X-E3), qui invece essa non c’è per nulla.

L’impugnatura è stata invece sostituita dalla zigrinatura vista sopra, che diventa così un elemento estetico e tecnico allo stesso tempo.

Il risultato è una compattezza totale della macchina, a spese però di una impugnatura non solidissima.

Sui pulsanti, poco da dire: quei pochi che ci sono si utilizzano con facilità, ma tanto se compri questa fotocamera è perché ti piace lavorare sullo schermo LCD.

A completare lo spaesamento del primo utilizzo, ci sono infine:

  • La assoluta mancanza del mirino elettronico (questo però è un dato relativamente comune nelle mirrorless entry level)
  • Il piccolo flash, con potenza di 5 metri, decentrato a sinistra!

Come dicevo all’inizio di questa recensione dunque, si vede davvero lo sforzo di Canon di proporre, rispetto a questa fascia di mercato, qualcosa di  diverso.

Caratteristiche tecniche della Canon EOS M100

Ogni anno che passa mi stupisco dei progressi tecnologici che si stanno facendo in fotografia digitale: e così in questa macchina fotografica che, solo corpo, sta poco sopra i 500 euro, ti ritrovi cose che 10 anni fa erano impensabili nelle ammiraglie.

Non che la cosa sia così determinante, perché molte delle foto più famose e belle della storia sono state fatte con attrezzatura modesta. Però, non guasta.

Vedremo allora di focalizzarci sulle caratteristiche tecniche principali della Canon EOS M100, anche mettendola in relazione con alcune concorrenti reflex.

E’ la prima volta che leggi questo blog?

scarica GRATUITAMENTE il nostro e-book!

Iscriviti alla newsletter e scarica il nostro manuale di consigli per migliorare la tua tecnica fotografica

Sensore

E’ un APS-C CMOS da 24 megapixel: questo significa che avrai grande definizione (24 megapixel su un APS-C sono tanti), ma qualche problema ad alti ISO.

Il motivo è che, per mettere tanti pixel in un APS-C, essi devono essere inevitabilmente piccoli, e raccolgono dunque, ciascuno, meno luce.

Pertanto, anche se la sensibilità ISO della macchina arriva a 25.600, già a 1600 il rumore digitale sarà notevole.

Processore 

E’ un Digic 7, cioè l’ultima generazione Canon. Per intenderci, lo stesso della splendida reflex professionale 6D Mark II.

Si tratta di un bel bonus, per una fotocamera da 500 euro. Infatti, fra le altre cose, un processore performante permette:

  • Processazione immagini più veloce
  • Miglior controllo del rumore digitale
  • Aumento performance autofocus
  • Miglior gestione dei file RAW
  • Maggior velocità in scatto continuo, e aumento del buffer (che però è anche condizionato molto dalla scheda di memoria montata).

Autofocus

Altro punto di forza della M100 . Tradizionalmente, infatti, le mirrorless hanno autofocus non molto performanti, per il limite tecnico dovuto alla mancanza del mirino ottico.

Canon, grazie al suo sistema brevettato Dual Pixel a rilevazione di contrasto e fase, è invece riuscita a costruire un sistema autofocus decisamente buono, assai vicino ormai a quello ottico delle reflex di stessa fascia, come la Nikon D5600.

E’ presente anche una led light di assistenza per aiutarti a trovare il focus con luce bassa.

Per il resto normale amministrazione: un sacco di modalità (Multi-area, Center, Selective single-point, Tracking, Single, Continuous, Touch, Face Detection, Live View) francamente non sempre utili o semplici da usare, soprattutto per il principiante.

Video

La Canon EOS M100 se la cava più che discretamente in modalità video. Oltre a girare in formato full HD 1080/60p, presenta uno stabilizzatore di immagine (che invece non c’è in modalità foto) e lo stesso autofocus Dual Pixel  utilizzato per le fotografie.

Puoi registrare l’audio attraverso il microfono incorporato, ma non c’è un attacco per microfono esterno. Così come non c’è per le cuffie.

Miscellanea

  • Connessione wirelss e bluetooth a bassa energia
  • Batteria con carica di 295 scatti, espandibili a 410 in “eco” mode.
  • Caricabatterie con porta mini-usb (attenzione, non micro-usb)
  • No tropicalizzazione
  • Scatto continuo a 6 fps
  • Autoscatto a 2 o 10 secondi
  • Massima velocità di scatto 1/4000

Fare foto con la Canon Eos M100

Si comincia bene, perché il tempo di accensione è davvero rapido.

Lo schermo LCD, cioè il cuore del sistema, è luminoso e reagisce benissimo al tocco. Il fatto che sia basculante è una bella comodità, soprattutto perché la mancanza di mirino e di controlli diretti ti fa passare tutto il tempo di fronte al touchscreen….

Il funzionamento è davvero intuitivo, e potrai con facilità accedere a tutte le funzioni di scatto della M100.

Oltre alle tradizionali modalità automatica, priorità diaframma, priorità tempi e manuale, la canon EOS M100 presenta una ampia varietà di opzioni pre-impostate, divisibili in:

  • Scene: autoritratto, ritratto, pelle morbida, paesaggio, soggetto in movimento, close-up, food, backlit, notturna …
  • Effetti: bianco e nero, fish eye, toy camera, pittura a olio, acquerello, alto contrasto, HDR, miniatura …

Io personalmente ne ho provata solo qualcuna, e come sempre con Canon la resa è ottima. Tu potrai sbizzarrirti a provarle tutte.

Sul fronte “social”, grazie al wi-fi e al bluetooth la connettività è totale,  e puoi condividere le tue immagini in tempo reale su instagram, facebook, o qualunque altro network.

Ti consiglio però, quando puoi, di privilegiare il bluetooth al wi-fi, per non esaurire la batteria troppo rapidamente.

La qualità delle immagini è davvero buona, sia in JPEG sia in formato RAW.

E a questo proposito, cosa rarissima per una fotocamera di questa fascia di prezzo, è possibile manipolare il file RAW già sulla macchina fotografica.

Si tratta di uno dei benefit di avere montato il processore Digic 7!

Naturalmente però, con tutta questa tecnologia e qualità a bordo, il prezzo della Canon EOS M100 non è trascurabile, soprattutto se consideri che, teoricamente, è una entry level.

Tuttavia, per poterlo inquadrare correttamente, è utile secondo me confrontarla con la concorrenza ….

Quanto costa la Canon EOS M100 rispetto alla concorrenza

Anche se disponibile in versione “solo corpo macchina” a meno di 500 euro, dal mio punto di vista è un assurdo non approfittarne per comprarla in kit con un obiettivo.

In questo momento, l’unico kit che ho trovato disponibile è quello corpo macchina + obiettivo EF-M 15-45 mm, a poco meno di 600 euro. Se aggiungi il crop factor si tratta più o meno di un 24 -70 equivalente, quindi molto duttile.

Il segmento mirrorless fra i 500 e i 600 euro (parlo di copro + obiettivo), è piuttosto affollato, ma secondo me la EOS M100 compete soprattutto con:

  • Fujifilm X-A3: ha prestazioni davvero molto simili, però è un po’ più grossa e la carica della batteria dura almeno 100scatti in più. Ed è più bella esteticamente
  • Olympus E-PL8: 16 megapixel di sensore invece che 24, però più performante da un punto di vista delle raffiche in scatto continuo. Da preferire se fai tante foto action / sportive

Fuji X-A3

Verifica Prezzo su Amazon

 

Olympus E-PL8

Verifica Prezzo su Amazon

Delle 3, la Canon EOS M100 è senz’altro la più tecnicamente avanzata. Anche se io, personalmente, preferisco però la FUJ,  perché ha il grip e mi piace di più come design.

A parte la concorrenza delle mirrorless di fascia analoga, la Canon EOS M100 deve anche essere messa in relazione con il segmento Reflex.

In particolare, se stiamo sullo stesso livello di prezzo, con la Nikon D5600 e la Canon 200D.

Se invece scendiamo un po’ di prezzo, possiamo considerare anche le entry level reflex vere e proprie, cioè la Nikon D3400 e la Canon 1300D.

Poiché reputo il confronto mirrorless vs reflex davvero strategico per la scelta, l’ho allora lasciato nelle mie considerazioni finali, che andiamo adesso a vedere.

La mia opinione sulla Canon EOS M100

Mettiamo in chiaro una cosa: mentre le caratteristiche tecniche che abbiamo visto sono oggettive, qua si parla di opinioni personali. Quindi prendile con le molle, perché devi scegliere la fotocamera che fa per te, non quella che fa per me.

Fatta questa premessa, ecco le mie conclusioni …

Abbiamo esordito enfatizzando alcune caratteristiche tecniche della EOS M100, e posso dire che anche ad una analisi approfondita la Canon EOS M100 si presenta come una fotocamera davvero ben impacchettata, con una elettronica tutt’altro che da entry level.

Allo stesso tempo però, ci sono diverse cose che secondo me la penalizzano:

  • L’assenza del mirino, il grip inesistente, le dimensioni davvero ridotte, la fanno sembrare più un giocattolo che non 550 euro di metallo e plastica
  • La pochezza dei comandi diretti la rendono una macchina non adatta a chi vuole davvero avere il controllo dei suoi scatti. Non perché la EOS m100 non lo permetta, ma perché ci vuole troppo tempo.

Molti considerano le mirrorless, filosifocamente, come delle fotocamere a metà fra Reflex e Compatte.

Si tratta di una definizione riduttiva, ma se la do per buona, devo allora dire che la Canon EOS M100 è molto più vicina a una compatta che non a una reflex.

(N.B. Se devi comprare la tua prima fotocamera, ti consiglio l’articolo 5+1 tipi di macchina fotografica, per capire le differenze fra i vari sistemi)

Ed è quindi soprattutto adatta a chi fa scatti in modalità automatica, o al limite utilizza gli effetti e le scene viste prima.

Con lei farai davvero delle belle foto ricordo, senza metterci molto ad imparare, e avendo a disposizione nel tuo schermo LCD davvero tante funzioni divertenti.

Ma dovendo sintetizzare, direi che la Canon M100 è una fotocamera nata più per l’appassionato di elettronica che non per l’appassionato di fotografia.

Quindi, se vuoi fare  “solo” delle belle foto, allora la M100 può essere la fotocamera per te.

Se invece sei un appassionato di fotografia e vuoi quindi imparare ad utilizzare soprattutto la modalità creative:

  • O ti rivolgi al segmento mirrorless delle fascia superiore, per intenderci, dalla Fuji X-T20 in su
  • O ti orienti per il sistema reflex, dove tra l’altro, con 150 -200 euro in meno puoi già comprare fotocamere come la Nikon D3400 o la Canon 1300D, decisamente più performanti della Canon M100 in termini di  controllo creativo. Oppure, con lo stesso prezzo, macchine come la Nikon D5600, o addirittura la Canon 800D, che hanno la stessa qualità di immagine ma sono oggettivamente di un livello superiore da molti punti di vista. Con l’unico handicap di essere, però, decisamente più grosse. Ma sulle dimensioni, è chiaro che le mirrorless sono imbattibili.

Un saluto e buona luce!

Last update was on: 19 aprile 2018 22:20
8.5 Total Score
...Ma non per tutti

User Rating: 4 (4 votes)