Fotografia naturalistica: la guida completa

Uno dei generi fotografici più appassionanti è senza dubbio la fotografia naturalistica. Solitamente, è anche il genere fotografico a cui si appassiona chi inizia a fotografare. Durante i miei corsi fotografici, solitamente chiedo ai miei allievi di farmi vedere qualche loro scatto. Lo faccio subito, alla prima lezione, per rompere un po’ il ghiaccio e per capire le tendenze di ognuno. Ebbene, oltre l’80% degli allievi mi mostra scatti di paesaggi e di fotografia naturalistica.

Per chi si avvicina alla fotografia sembra un genere fotografico di facile approccio, quindi piuttosto semplice. La fotografia naturalistica, in realtà, presuppone conoscenze tecniche approfondite e un’attrezzatura di alto livello. In questo articolo ti spiegherò tutti gli aspetti di questo affascinante genere fotografico. Nello specifico, ti parlerò di questi argomenti:

  • L’attrezzatura fotografica
  • La tecnica di scatto
  • La composizione fotografica
  • La pianificazione
  • Altri consigli

Fotografia naturalistica, la guida completaFoto di Acy Varlan su Unsplash

L’attrezzatura fotografica per la fotografia naturalistica

La fotografia naturalistica richiede una combinazione di precisione tecnica, resistenza ambientale e flessibilità. Di conseguenza, l’attrezzatura ideale per questo genere fotografico dovrebbe rispettare queste tre caratteristiche. Eccoti una lista esauriente.

Obiettivi

Il cuore di una buona attrezzatura per la fotografia naturalistica risiede in un obiettivo di alta qualità. Nella fotografia naturalistica è indispensabile un teleobiettivo. Questi permettono di avvicinarsi agli animali senza disturbarli e di catturare dettagli sorprendenti dei paesaggi distanti. Se possibile, munisciti di un teleobiettivo con un’ampia apertura di diaframma. Questo ti permetterà anche una maggiore profondità di campo e una buona performance in condizioni di luce più scarse. Teleobiettivo + ampia apertura di diaframma, purtroppo, è una combo spesso costosa. Trova, quindi, il compromesso migliore per le tue esigenze.

Fotocamera

Nella fotografia naturalistica, è indispensabile munirsi di una fotocamera tropicalizzata. Questo tipo di fotocamere sono “sigillate”, quindi resistono alle intemperie (pioggia, schizzi d’acqua, umidità). Il motivo è presto detto: quando sei immerso nella natura, puoi trovarti ad affrontare condizioni climatiche imprevedibili. Un corpo macchina tropicalizzato proteggerà la tua attrezzatura dagli agenti atmosferici, consentendoti di catturare immagini in qualsiasi ambiente. Quando fotografi la natura, infine, può rivelarsi utile una fotocamera con sensore di formato ridotto (APS-C). Sfruttando il fattore di crop, infatti, la lunghezza focale equivalente del tuo teleobiettivo si “moltiplicherà” per tale numero. Se hai Canon, per esempio (fattore di crop di 1,6), la lunghezza focale di un teleobiettivo da 300mm sarà pari a 480mm (300×1,6). Puoi capire che in fotografia naturalistica ciò può essere molto utile.

Treppiede

Un treppiede resistente è essenziale per scattare fotografie nitide e stabili. Scegli un modello leggero che sia facile da trasportare, ma anche abbastanza solido da sostenere il peso del tuo equipaggiamento, specialmente se stai utilizzando obiettivi pesanti (come spesso sono i teleobiettivi).

Zaino fotografico ergonomico

Per spostarti agevolmente attraverso la natura, avrai bisogno di uno zaino fotografico che sia ergonomico e abbia scomparti ben organizzati. Questo ti permetterà di accedere rapidamente alla tua attrezzatura e di trasportare il tutto comodamente durante le tue escursioni.

Filtri

Un buon kit di filtri fotografici non dovrebbe mai mancare nello zaino di un fotografo naturalista. Un polarizzatore può ridurre i riflessi e aumentare la saturazione dei colori, mentre i filtri ND possono essere utili per gestire la luce in condizioni di forte illuminazione.

Batterie di riserva e schede di memoria extra

Quando ti immergi nella natura, potresti non avere accesso a una presa elettrica per ricaricare le batterie. Assicurati di portare con te batterie di riserva e schede di memoria extra per non perdere mai un momento prezioso.

Abbigliamento adatto

Anche il tuo abbigliamento fa parte dell’attrezzatura necessaria alla fotografia naturalistica. Scegli vestiti adatti alle condizioni climatiche e ai terreni che affronterai. Una giacca impermeabile e calzature resistenti sono particolarmente importanti.

Fotografia naturalistica - attrezzaturaFoto di Jakob Owens su Unsplash

Tecnica di scatto nella fotografia naturalistica

Una volta che hai scelto l’attrezzatura più adatta e sei partito per la tua destinazione, è il momento di iniziare a scattare. La fotografia naturalistica è un genere fotografico tecnicamente molto impegnativo, che presuppone basi tecniche approfondite. Ecco un elenco riassuntivo.

Tempi di esposizione

Quando si tratta di fotografia naturalistica, è cruciale catturare la scena nel modo più nitido possibile. Utilizza tempi di esposizione veloci, specialmente quando stai fotografando soggetti in movimento come possono essere gli animali. Un tempo di esposizione più breve aiuterà a evitare sfocature indesiderate. Se fotografi uccelli in volo, per esempio, potrebbero essere necessari anche tempi di scatto superiori a 1/1000. La giusta velocità di scatto dipende dal tipo di soggetto, dalla distanza e dalla lunghezza focale dell’obiettivo, quindi dovrai fare molte prove.

Diaframma

Scegli un diaframma che si adatti alla tua scena. Per i ritratti di animali o dettagli di paesaggi, puoi utilizzare aperture più ampie (f/5,6 o meno) per ottenere uno sfondo sfocato ed enfatizzare il soggetto principale. D’altra parte, in situazioni in cui vuoi massimizzare la profondità di campo, ad esempio nei paesaggi, puoi optare per aperture più chiuse (da f/8 in poi).

ISO

Regola l’ISO in base alle condizioni di luce. In situazioni di luce intensa, mantieni l’ISO più basso possibile per ridurre il rumore digitale. Quando ti trovi in condizioni di luce scarsa o stai cercando di catturare soggetti in movimento, aumenta l’ISO per garantire un’esposizione corretta senza dover rallentare troppo il tempo di scatto. Come regola generale, meglio una foto leggermente rumorosa ma nitida, piuttosto che una foto mossa.

Modalità di messa a fuoco

Scegliere la giusta modalità di messa a fuoco è fondamentale per ottenere immagini che non siano fuori fuoco. L’opzione migliore dipende dal soggetto e dalla situazione. Per soggetti in movimento, come gli animali, la messa a fuoco continua (AF-C) è ideale per seguire il soggetto mentre si sposta. Per paesaggi o soggetti statici, la messa a fuoco singola (AF-S) può essere più adatta. Sperimenta anche con la messa a fuoco manuale, specialmente quando hai bisogno di precisione assoluta. L’efficacia della messa a fuoco continua dipende dalla qualità della fotocamera. Una fotocamera entry level potrebbe non essere particolarmente efficace.

Esposizione e bilanciamento del bianco

Impara a utilizzare la compensazione dell’esposizione per gestire situazioni di luce difficili. Bilancia il bianco in modo appropriato per ottenere colori accurati, soprattutto al crepuscolo o all’alba quando la luce assume tonalità più calde. Ricordati di scattare in RAW per avere più margini di correzione in postproduzione.

Usa la raffica

Quando fotografi soggetti in movimento, come nella fotografia naturalistica, è fondamentale avere una raffica veloce ed efficace. Aumentare il numero di scatti, ovviamente, aumenta anche le tue possibilità di ottenere lo scatto perfetto.

Fotografia naturalistica e tecnica di scattoFoto di Richard Lee su Unsplash

Composizione fotografica nella fotografia naturalistica

In tutti i generei fotografici, una composizione fotografica efficace può fare la differenza. La fotografia naturalistica, ovviamente, non fa eccezione. Però potresti avere alcuni accorgimenti più specifici per questo genere fotografico.

Regola dei terzi

La regola dei terzi è un classico che non tramonta mai. Posiziona i soggetti chiave o i punti di interesse lungo queste linee o nei loro punti di intersezione per ottenere un’immagine più bilanciata e visivamente accattivante. Soprattutto quando hai uno sfondo neutro, piazzare i soggetti nei punti di interesse può dare più dinamicità. Se applichi la regola dei terzi, fai attenzione a dove posizioni la linea dell’orizzonte. Privilegia  il cielo o il terreno a seconda di cosa trovi più interessante.

Punti di vista innovativi

Sperimenta punti di vista insoliti per rendere le tue fotografie naturalistiche uniche. Prova ad abbassarti per catturare il mondo dal punto di vista di un animale o sali in alto per ottenere una vista a volo d’uccello. Questo aggiungerà originalità e dinamismo alle tue immagini.

Profondità di campo

Utilizza la profondità di campo in modo strategico per guidare l’occhio dello spettatore attraverso la tua immagine. Aperture più ampie (valori di f-stop più bassi) possono creare uno sfondo sfocato, mettendo in risalto il tuo soggetto principale, mentre aperture più chiuse (valori di f-stop più alti) sono ideali per catturare dettagli nitidi in paesaggi vasti.

Linee guida naturali

Cerca linee guida naturali nel tuo ambiente e utilizzale per condurre l’occhio attraverso l’immagine. Queste linee possono essere sentieri, rami degli alberi o corsi d’acqua. Aggiungono profondità e coerenza alla tua composizione.

Bilanciamento degli elementi

Assicurati che la tua immagine sia bilanciata nel suo complesso. Se hai un soggetto dominante su un lato, cerca di aggiungere elementi bilancianti sull’altro. Questo può essere un altro soggetto, un elemento naturale o anche lo spazio vuoto.

Inquadra e aspetta

Dedica del tempo ad osservare attentamente il tuo soggetto prima di scattare. Inquadra la tua immagine in modo accurato e poi aspetta il momento giusto. La pazienza spesso ricompensa con scatti più significativi e ben composti. Fare il fotografo naturalistico è un po’ come fare il pescatore: più hai pazienza, più ti diverti.

Gioca con la luce

La luce è un elemento chiave nella composizione. Osserva come la luce naturale interagisce con il tuo soggetto e sfruttala a tuo vantaggio. Ombre e le luci possono creare effetti drammatici, oppure possono creare linee guida naturali.

Esplora la simmetria e l’asimmetria

Sia la simmetria che l’asimmetria possono essere efficaci nella composizione. Gioca con la simmetria quando vuoi ottenere un’immagine bilanciata e raffinata. La natura è, per definizione, caotica. Inquadrare in modo da creare una simmetria, può essere spiazzante, quindi estremamente interessante. Allo stesso modo, l’asimmetria può creare tensione e interesse visivo.

Fotografia naturalistica e profondità di campoFoto di Vincent van Zalinge su Unsplash

Pianificazione dell’uscita fotografica naturalistica

Avendo a che fare con la natura e dovendo, quindi, fotografare all’aperto, la pianificazione diventa estremamente importante. Un’attenta pianificazione può risultare determinante per la buona riuscita di un’uscita fotografica naturalistica. Per non lasciare nulla al caso, ecco un elenco di punti che devi considerare.

Guarda il meteo

Controlla le previsioni meteo in anticipo. Questo ti aiuterà a prepararti adeguatamente alle condizioni atmosferiche e adottare la giusta attrezzatura. Fai attenzione non solo alle temperature, ma anche a vento, pioggia o neve, poiché influenzeranno la tua esperienza fotografica. Se le condizioni meteo si prospettano particolarmente avverse, non scartare l’idea di rimandare la tua uscita fotografica.

Controlla la località su Instagram

Instagram è il social fotografico per eccellenza. Ma piuttosto che limitarti a pubblicare le tue foto, fanne un uso più attivo. Attraverso la ricerca per località, puoi trovare foto del posto che intendi visitare. Questo ti darà ispirazione e può aiutarti a individuare location interessanti o angolazioni creative.

Decidi l’orario

Scegli l’orario in base alla luce che desideri. L’alba e il tramonto offrono spesso condizioni di luce ideali per la fotografia naturalistica. Pianifica di arrivare in anticipo per cogliere al meglio le prime luci del mattino o le ultime luci della sera.

Prepara la borsa

Assicurati di avere la tua attrezzatura fotografica completa, inclusi obiettivi, treppiede, batterie di riserva e schede di memoria aggiuntive. Porta con te uno zaino con scomparti ben organizzati per una facile accessibilità all’attrezzatura.

Cura l’abbigliamento

Vestiti in base alle condizioni meteorologiche. Per adattarsi ai cambiamenti di temperatura, la scelta migliore è quella di vestirsi a strati.  Utilizza abiti adatti al terreno e alle attività che prevedi di svolgere durante la tua sessione fotografica.

Occhio alle scarpe

Indossa calzature comode e adatte al terreno che prevedi di esplorare. Se ti aspetti umidità o terreni fangosi, potrebbero essere utili degli stivaloni impermeabili. Se prevedi di camminare su terreni rocciosi, invece, munisciti di scarpe dalla suola ben scolpita, come le scarpe da trekking.

Preparati una lista di cose da fare

Fai una lista di controllo con tutte le cose da fare prima di partire. Ciò potrebbe includere la carica delle batterie, la pulizia dell’attrezzatura, la verifica delle impostazioni della fotocamera e la preparazione di uno spuntino o dell’acqua.

Sii flessibile

Anche se hai pianificato attentamente, sii pronto a essere flessibile. La natura può sorprenderti con condizioni impreviste o opportunità fotografiche uniche.

Rispetta l’ambiente

Ricorda di rispettare l’ambiente durante la tua uscita. Non disturbare la fauna e la flora e segui le regole locali e le normative ambientali.

Comunicazione e sicurezza

Questo aspetto è spesso sottovalutato ma di fondamentale importanza. Informa qualcuno dei tuoi piani e del luogo in cui stai andando, soprattutto se stai esplorando luoghi remoti e prevedi di andarci da solo. Porta con te un telefono cellulare completamente carico per le emergenze e un power bank per non rimanere a secco di batteria.

Foto di David Jusko su Unsplash

Altri consigli sulla fotografia naturalistica

Finora ti ho fatto una lista molto esauriente sugli aspetti che devi valutare nella fotografia naturalistica: attrezzatura, tecnica, composizione e pianificazione. Qui voglio darti altri consigli sparsi, che ti potranno essere altrettanto utili in questo complesso genere fotografico.

Studia i fotografi famosi

Studiare il lavoro dei fotografi naturalisti famosi può ispirarti e fornirti nuove idee. Osserva le tecniche che utilizzano, la composizione delle loro immagini e come interpretano la natura. Non limitarti a seguirli su internet o sui social, ma compra dei libri. Studiare sfogliando le pagine è più riflessivo e, quindi, decisamente più istruttivo. Eccoti un elenco di fotografi interessanti:

Ansel Adams
Sebastiao Salgado
Frans Lanting
Annette Bonnier
Galen Rowell
Moose Peterson
Joel Sartore
Michael “Nick” Nichols
Paul Nicklen
Rich Reid

Decidi il tuo soggetto
Per migliorare la resa delle tue foto, concentrati su un soggetto o un tema specifico. Potrebbe essere un animale in particolare, i paesaggi, le stagioni o qualsiasi altro aspetto della natura che ti affascina. Questa focalizzazione ti aiuterà a sviluppare uno stile distintivo. Soprattutto eviterei di “scattare a caso” e ottimizzerai il tempo a tua disposizione.

Scatta in RAW
Utilizza il formato RAW per catturare più informazioni durante lo scatto. Questo ti darà maggiore flessibilità nella post-produzione, consentendoti di regolare l’esposizione, la temperatura del colore, le distorsioni dell’obiettivo e altri parametri senza compromettere la qualità dell’immagine.

Postproduzione
Dedica del tempo alla post-produzione per perfezionare le tue immagini. Allo stesso modo, cerca di mantenere un equilibrio: apporta modifiche per migliorare l’immagine, ma evita di esagerare. La naturalità è spesso la chiave per ottenere ottime foto naturalistiche.

Conosci la tua attrezzatura
Impara a conoscere bene la tua attrezzatura. Familiarizza con tutte le impostazioni della tua fotocamera e le capacità del tuo equipaggiamento. Questa familiarità ti consentirà di catturare scatti più rapidi e di sfruttare al massimo le funzionalità della tua attrezzatura.

Sii paziente
La fotografia naturalistica richiede pazienza. Sia che tu stia aspettando il momento giusto per catturare un animale in movimento o la luce perfetta, la pazienza è spesso la chiave per ottenere scatti straordinari.

Esplora nuovi luoghi
Non temere di esplorare nuovi luoghi. La natura offre una varietà infinita di scene e soggetti. Esplorare nuovi ambienti ti permetterà di scoprire angoli unici e di ampliare il tuo repertorio fotografico.

Cattura l’emotività
Prova a cattura non solo l’aspetto estetico della natura, ma anche il suo impatto emotivo. Cerca di cogliere, per esempio, il rapporto della madre con i suoi cuccioli, oppure la collaborazione in un branco, o ancora la socialità tra animali di specie diversa. Le immagini che evocano emozioni rimangono spesso nella memoria degli spettatori.

Fotografia naturalistica ed emozioniFoto di Hans-Jurgen Mager su Unsplash

Conclusioni

La fotografia naturalistica è un genere fotografico molto complesso. Presuppone una conoscenza tecnica approfondita, ma esige anche un’attrezzatura di alto livello. Questi due fattori da soli, però, non sono sufficienti ad ottenere scatti naturalistici apprezzabili. Serve anche spirito di adattamento, resistenza fisica e tanta pazienza.

Molte volte, infatti, potresti pianificare nel dettaglio le tue uscite fotografiche, raggiungere posti remoti, andare in giro per ore, ma non portare a casa nessuno scatto interessante. Per questo motivo tanti si avvicinano alla fotografia naturalistica, ma pochi proseguono nel tempo e pochissimi ottengono risultati davvero eccellenti.

Se sei attratto da questo genere fotografico, quindi, metti in conto delle grandi delusioni. Se riuscirai ad assorbirle (e ad imparare dagli errori) allora, prima o poi, potrai toglierti delle grandi soddisfazioni.

Articolo di Marco Morelli

Foto di copertina di Alif Ngoylung su Unsplash

Reflex-Mania
Logo