Bianco e Nero – I progetti di fine corso

IL NOTTOLINI – Liana Fanucchi

Introduzione

Liana fa una scelta che da un lato è coraggiosa, ma dall’altro permette sicuramente di ottenere buoni risultati: si concentra su un singolo luogo, in questo caso un acquedotto, e sul contesto che lo circonda da vicino. Questo potrebbe far correre il rischio di una certa ripetitività ma se la scelta del sito è efficace consente anche di approfondire e di sfruttare così al meglio le poche foto a disposizione in un portfolio ed è esattamente quello che fa la nostra autrice, realizzando un lavoro che va dritto al punto e risulta piacevole, comprensibile e appunto efficace.

Artist Statement

Un ponte fra la città e la collina con un elemento di unione: l’acqua. L’acqua, la risorsa principale della lucchesia, ma anche causa di discordie, come la scelta di rifornire la città di Lucca mediante la realizzazione di un acquedotto aereo: 460 archi realizzati in pietra e mattoni su pilastri alti m 12  si susseguono l’un l’altro, come un offset, per ben 3200 metri e le opere idrauliche in prossimità delle 18 sorgenti,  immerse nel verde, e progettate nei minimi dettagli. L’opera, realizzata su progetto dell’architetto Lorenzo Nottolini e ultimata nel 1832, presentò subito il problema dell’intorpidimento delle acque e agli inizi del 1900 non fu più utilizzata per il rifornimento della città. Il richiamo degli archi che cavalcano la campagna e corrono dritti verso le colline resta sempre forte ed il parco delle sorgenti rappresenta un luogo magico, un’oasi di pace, un posto incantevole, dove in pochi minuti si riesce ad entrare in completa sintonia con la natura.

Commento

La nostra autrice sa utilizzare in modo consono il bianco e nero per raccontare un insieme di strutture apparentemente separate ma in verità parte di una struttura complessa, creando grazie a luci e ombre, contrasti e tessiture un insieme coerente e narrativamente efficace, il che dimostra le sue capacità fotografiche e comunicative.

Reflex-Mania
Logo