Tamron 85 mm SP F1.8 Di VC USD: Recensione Completa

Il Tamron 85 mm SP F1.8 Di VC USD è un obiettivo medio-tele a focale fissa progettato  per fotocamere reflex full frame e APS-C ed utilizzo avanzato/professionale, soprattutto (ma non solo) nell’ambito della ritrattistica.

Come spesso capita con gli obiettivi di questa marca, il Tamron 85 mm presenta il sistema di stabilizzazione dell’immagine (indicato dall’acronimo VC, “vibration compensation”); come vedremo, è uno degli elementi che distinguono questa lente da quelle analoghe della concorrenza.

E, tra l’altro, è il primo 85 mm stabilizzato ad essere uscito sul mercato: primato che Tamron già in passato aveva ottenuto con altre lenti (per esempio, il mitico 24-70 uscito nel 2013).

Tamron 85 mm SP F1.8 Di VC USD

Anche nell’estetica il Tamron 85 mm SP si dimostra decisamente all’altezza. 

Vai a Amazon

Infine, il Tamron 85 mm è stato lanciato nel febbraio del 2016, appena pochi mesi dopo la creazione della linea “SP”, ovvero Special Perfomance, alla quale anche lui appartiene.

Le lenti SP si differenziano da altre linee precedenti per alcuni fattori chiave:

  • Sono interamente disegnate e fabbricate in Giappone, con manodopera e tecnologie altamente specializzate
  • Presentano soluzioni ottiche all’avanguardia
  • Sono particolarmente robuste, con sigillature che proteggono gli elementi ottici interni da umidità, polvere ed altri fattori naturali

Per queste ragioni il Tamron 85 mm SP F1.8 Di Vc USD nasce come obiettivo per uso sempi-pro e pro.

Ma che cosa lo differenzia davvero dalla concorrenza? Quali sono i suoi punti di forza e le sue debolezze?

Sono le domande alle quali cercheremo di rispondere in questa recensione.

Scheda Tecnica del Tamron 85 mm SP F1.8

Abbiamo già visto il significato di VC e SP. Proseguiamo allora per prima cosa con il resto della nomenclatura:

Di vuol dire che l’obiettivo è compatibile sia con il formato full frame che con l’APS-C

USD indica invece la presenza di un motore ultrasonico di messa a fuoco particolarmente preciso e silenzioso.

Per quanto riguarda invece le altre caratteristiche tecniche, ecco uno schema delle principali:

  • Distanza minima di messa a fuoco: 0,8 m
  • Rapporto di ingrandimento massimo: 1:7.2
  • Diametro filtri: 67 mm
  • Schema ottico: 13 lenti divise in 9 gruppi
  • Diaframma: 9 lamelle
  • Apertura minima: F/16
  • Dimensioni e peso: 84.8 x 91.3 mm ; 700 grammi
  • Innesti: Canon, Nikon, Sony

Ma vediamo ora più nel dettaglio come è costruito.

Caratteristiche costruttive del Tamron 85 mm

Gli obiettivi a focale fissa sono molto più piccoli e leggeri di quelli a focale variabile; c’è però da dire che il Tamron 85 mm F1.8 è, nella sua categoria, un obiettivo abbastanza grande: 9 cm di lunghezza e 700 grammi di peso.

Questo lo rende non molto comodo per l’utilizzo con reflex entry level di piccole dimensioni (per esempio la gamma 3ooo e 5000 di Nikon e le Canon della serie a 4 cifre – 1300, 2000, 4000).

Costruito in materiale plastico di alta qualità, ha un look robusto ed è tropicalizzato attraverso guarnizioni ben dislocate nei punti di possibile penetrazione di acqua e polvere.

L’anello di messa a fuoco è ampio, con impugnatura zigrinata di gomma che facilita la presa.  La rotazione totale è di 110 gradi, e offra la giusta resistenza per controllarlo in maniera precisa.

Dettaglio del grip e degli switch

Di lato, ubicato in maniera tale che sia facilmente raggiungibile, c’è lo switch fra modalità AF e modalità manuale. Accanto a questo c’è poi lo switch di controllo del sistema di compensazione delle vibrazioni.

Quest’ultimo funziona davvero bene:  ti faciliterà moltissimo il lavoro quando scatti a mano libera e in condizione di basse luci, facendoti guadagnare anche 3-4 stop.

Quando lo attivi, contrariamente a quanto capita con altri obiettivi, non ci sarà alcuna fastidiosa interruzione della visione nel mirino. Ovviamente però, come ogni sistema VC, fa un certo rumore: niente di davvero fastidioso, ma tienine conto se devi girare dei video.

Due parole infine sullo schema ottico:  le lenti (13 in 9 gruppi, come visto sopra) presentano elementi nobili  a bassa e bassissima dispersione.

Inoltre la lente frontale si caratterizza per un rivestimento ottico al fluoro che previene la formazione di condensa e limita sporco e impronte digitali.

Performance ottiche del Tamron 85 mm

Per quanto riguarda la nitidezza, il Tamron 85 mm da risultati buoni già a F1.8, sia al centro sia alla periferia dell’immagine. Salendo a F2 il contrasto migliora notevolmente, raggiungendo il top già a F5.6, e rimanendo poi molto buono fino alla minima apertura F16.

Meno bene la vignettatura, qualche volta un po’ evidente a F1.8.

Da 5.6 in poi però scompare del tutto, e in ogni caso, là dove disturbasse davvero la foto, è davvero semplice rimuoverla in post-produzione.

A meno di condizioni davvero “spinte” (vedi articolo relativo), la aberrazione cromatica è praticamente assente.

Un altro aspetto poi che caratterizza il Tamron SP 85 mm è la sua capacità di sfocare lo sfondo e separare il soggetto da esso, in parte grazie alla lunghezza focale (85 mm è un medio zoom), in parte grazie all’apertura massima F1.8.

Il bokeh che ne risulta è molto morbido, in ragione del diaframma a 9 lamelle e della forma di queste.

Non a caso questo obiettivo è davvero indicato nel ritratto, anche ravvicinato, vista la distanza massima di messa a fuoco di appena 0,8 m.

A questo proposito, anche se non si tratta di un obiettivo Macro, è interessante provare come si comporta quando fotografa oggetti dalla distanza minima di 80 cm: buona nitidezza, fondo ben sfocato (a F1.8), distorsione ottica più che accettabile.

L’autofocus non  è molto veloce, ma poco male: una focale fissa di 85 mm non è certo pensata per fare foto sportive o di action in generale! Su quello che conta davvero invece, cioè la precisione, questo Tamron se la cava alla grande: anche con luci basse e scarso contrasto riesce a fare un lavoro ben fatto.

Siamo di fronte, insomma, a una lente con performance in generale buone, e davvero eccellenti in alcune aree cruciali.

Come d’ abitudine con Tamron, la relazione qualità prezzo è il più grande punto a favore quando si tratta di valutare l’acquisto di questo obiettivo.

Infatti, se anche ci sono lenti di altre marche che offrono risultati migliori in termini di nitidezza, o che, per esempio, hanno un sistema autofocus più veloce, in questo Tamron 85 mm  tutto sembra pensato per dare, a chi lo usa, più di quello che si aspetterebbe per il prezzo pagato!

Il Tamron 85 mm SP F1.8 e la concorrenza

Un metodo  molto efficace per valutare le prestazioni di un obiettivo è confrontarlo con i concorrenti, perché permette di mettere in prospettiva pregi e difetti.

La prima cosa che salta all’occhio è la presenza del sistema di stabilizzazione ottica, che invece non è presente sui rivali Canon e Nikon.

Se lo confrontiamo invece sul piano della qualità ottica, il discorso si fa più complesso.

Sia Nikon che Canon infatti hanno due obiettivi a focale fissa 85 mm:

  • Uno discreto, ma di relativamente poche pretese, che però costa circa 300-400 euro meno del Tamron.
  • L’altro invece di qualità top, decisamente più costoso del Tamron (circa 1600 per il Nikon e 2100 per il Canon). Qui la questione è più spinosa: infatti la cifra da spendere è  probabilmente eccessiva rispetto alla differenza di qualità che c’è col Tamron, però è vero che, se hai abbastanza budget, comprando un 85 mm top di Canon o Nikon compri il non plus ultra dei medio-tele.

A decidere sarà dunque, più che altro, il portafoglio! (O la stabilizzazione del Tamron, se è una feature di cui non puoi fare a meno).

Canon 85 mm L

Il Canon EF 85 mm F1.2 L Ii USM è un vero piccolo prodigio tecnico

La mia opinione sul Tamron 85 mm

Si tratta di un obiettivo certamente utile, ma difficilmente indispensabile nell’armamentario di un fotografo.

Il grandangolo, lo standard da 50 mm, l’accoppiata zoom 24-70 e 70-300 … sono obiettivi utili in moltissime occasioni, quasi indispensabili per la maggior parte dei fotografi.

Un 85 mm a focale fissa invece va incontro ad esigenze molto specifiche, direi in particolare quelle di chi fa ritratto in studio e all’aperto.

Col problema tra l’altro che, se invece di una full frame hai una APS-C, l’obiettivo arriverà ben oltre  i 120 mm di focale equivalente; che è oggettivamente un po’ troppo per il ritratto, e un po’ poco per la maggior parte delle altre cose.

Tamron 85 mm SP F1.8 Di VC USD

Vai a Amazon

Da un lato quindi, la mia opinione sul Tamron 85 mm in sostanza è davvero positiva:

  • Ottime performance ottiche
  • Costruzione solida e tropicalizzazione
  • Stabilizzatore di immagine efficace
  • Prezzo buono

Dall’altra, a chiunque lo voglia comprare consiglierei però di chiedersi, per prima cosa, se gli serve davvero o se non vale la pena investire prima in altre lunghezze focali. Se la risposta è “mi serve davvero un 85 mm”, allora questo Tamron è davvero un’ottima scelta.

 

8.5 Total Score
Bello ma di nicchia

Il Tamron 85 mm SP è un ottimo obiettivo, caratterizzato da stabilizzazione di immagine efficiente e prezzo molto competitivo. L'unico dubbio da porti prima di comprarlo è se ti serve davvero una focale 85 mm. In quel caso, è un'ottima scelta.

User Rating: Be the first one!